Madonna della Concordia

MADONNA DELLA CONCORDIA

A circa 2 km. dal centro abitato, nei pressi del Cimitero, si nota subito il fabbricato della chiesa della Madonna della Concordia. Il prospetto anteriore della chiesa si presenta con due campaniletti a vela svettanti e laterali con monofore e archi a tutto sesto per contenere le campane. La chiesa è a volta a botte con un unico altare di stile barocco. Ha le seguenti misure: m. 14.00 X m. 4.80.

L’oggetto d’arte riportato nella scheda dell’Ufficio del Catalogo inventaria­le delle Belle Arti di Palazzo Venezia (Roma) è: “Chiesa di Santa Maria della Concordia, Madonna in trono con put­to, affresco di arte provinciale laziale della metà del sec. XV. La vergine, abbi­gliata di tunica rossastra e di manto az­zurro, orlati d’oro siede di fronte, con il capo leggermente inclinato a sinistra verso il putto, che abbraccia con entrambe le mani. Gesù è in piedi sul grembo materno di tre quarti, poggiando la guancia a quella della madre. Veste succinta tonacella violacea, anche essa orlata d’oro ed im­merge una mano nella scollatura della veste materna. Il trono ha largo dossale cuspidato e scamiciato ed è limitato lateralmente da piastrini rettangolari, sormontati da sfere.

Nel secolo XVIII, nella parte alta dell’af­fresco, venne aggiunto un baldacchino dai cortinaggi azzurri, sorretti da punti volanti, il tutto dipinto ad olio. Affre­sco mistilineo, protetto da vetro.

Foto F.Rondinara

Nell’aprile del 1979 sei grossi quadri del Settecento furono rubati dalla chie­sa da ignoti ladri. I quadri di scuola ro­mana si trovavano in appositi riquadri nelle pareti, tre a destra, tre a sinistra e rappresentavano: La visita della Ma­donna a S. Elisabetta, La Presentazione al Tempio, L’Annunciazione, Lo Sposa­lizio della Madonna, La Fuga in Egitto, La Nascita di Gesù.

 

0 replies

Leave a Reply

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *